L'ambiente marino

L'ambiente marino

Le varie suddivisioni degli ambienti marini, il sistema fitale ed afitale, i vari piani dei sistemi, dall' adlitorale al circalitorale vai >>

Composizione dell'acqua di mare e caratteristiche

Composizione acqua di mare

La composizione dell'acqua marina, le percentuali dei sali disciolti, la salinitàvai>>

Caratteristiche

Le caratteristiche fisico-chimiche dell'acqua marina, il termoclino, la viscosità, etc. vai>>

La luce nel mare

La luce nel mare

L'assorbimento della luce nel mare, lo spettro, l'influenza sulla vita, le suddivisioni in zone eufotica oligofotica afotica vai>>

La barriera corallina

La barriera corallina

Descrizioni delle barriere coralline, le origini e la formazione, le madrepore, la simbiosi con le alghe simbionti, le zooxantelle vai>>

Il plancton

Il plancton

Il fitoplancton, lo zooplancton, suddivisione del plancton, le diatomee, gli adattamenti alla vita planctonica, etc.
vai>>

caulerpa

Le alghe

Le alghe

Descrizione delle alghe, caratteristiche ambientali, importanza della luce, ambienti secondari vai>>

Le zooxantelle

Le alghe simbionti dei coralli: le zooxantelle

Le alghe simbionti vivono sopratutto con protozoi, spugne, celenterati: la distribuzione... continua>>

Categorie

Categorie delle alghe

Suddivisione delle alghe in relazione all'ambiente bentonico di appartenenza
vai>>

amphiprion

Dizionario

 Dizionario

Un' elenco di termini ordinati alfabeticamente per conoscere meglio il significato di alcune parole o semplicemente il nome comune di un pesce, una conchiglia, etc.

vai>>

galeone

Storia

I grandi personaggi che hanno fatto la storia dei Mari, da Colombo a Vespucci, Caboto, Diaz, ecc.


vai>>

Cerca un termine





Piccolo dizionario
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

N
Nacchera
Napoleone, pesce
Nasello
Nastro, pesce
Nautilus
Negra
Nematocisti
Nematodi
Nemertini
Nudibranchi


Nacchera --> Vedi Pinna nobilis 
Napoleone, pesce --> Nome comune del Cheilinus undulatus, il più grande rappresentante della famiglia dei Labridi, potendo raggiungere la lunghezza di 230 cm. ed il peso di 190 Kg. Vive lungo i pendii esterni dei reefs e delle lagune, soprattutto dove abbondano coralli del genere Acropora; si trova anche nei pressi di praterie di alghe.
Generalmente solitario, lo si può osservare in coppia durante il periodo dell'accoppiamento. L'alimento principale è dato ad molluschi, pesci, stelle marine, crostacei ed altri invertebrati.
E' uno dei pochi predatori di animali tossici quali nudibranchi, pesci scatola e della stella marina Acanthaster planci .
Le foto seguenti sono © di: Federica -Eya- e di Paolo Eugenio Gabri. Foto 1   Foto 2 

Nasello --> Il nasello (Merluccius merluccius ) è un pesce dell'ordine dei Gadiformi, frequente sia nell' Oceano Atlantico orientale che nel Mediterraneo.
Può raggiungere la lunghezza di un metro e superare i 15 Kg. di peso nell'Oceano, mentre nel Mediterraneo rimane di taglia molto inferiore. Il corpo è snello con la testa compressa in senso dorso-ventrale, per cui questo pesce assomiglia vagamente ad un Luccio di acqua dolce: infatti il nome latino Merluccius deriva da maris lucius, cioè luccio di mare.
Questi pesci vivono sino a circa 700 mt. di profondità in prossimità di fondali fangosi o sabbiosi, per la riproduzione si spostano lungo le coste. Sono voraci predatori e si cibano di altri pesci, sopratutto di acciughe, sardine e crostacei.

Nastro, pesce --> Il pesce nastro (Trachypterus trachypterus ) è un pesce dal corpo nastriforme dal colore argenteo, di taglia massima di circa 3 metri, privo di squame. Conduce vita pelagica sino a profondità di circa 500 mt. nutrendosi di piccoli pesci, crostacei e molluschi.top

Nautilus --> Uno dei più straordinari molluschi a conchiglia che possiamo osservare è sicuramente il Nautilus .
Esso appartiene alla famiglia dei Cefalopodi  e viveva, con una forma leggermente diversa, già nei mari del Cretaceo, 65 milioni di anni or sono.
La caratteristica principale del Nautilus risiede proprio nella sua conchiglia: questa, infatti, si presenta come una sorta di cono che si avvolge in una spirale disposta su di un unico piano. Generalmente questa spirale di avvolgimento è di tipo logaritmico così da portare la sua apertura al di sopra del capo dell'animale che, come il resto del corpo, occupa solamente la camera terminale, cioè la più grande delle concamerazioni di cui è costituita appunto la conchiglia.
Il capo dell'animale, protetto da un cappuccio carnoso, sporge dalla conchiglia e possiede più di novanta tentacoli disposti intorno alla bocca. La divisione interna della conchiglia in compartimenti fa comprendere facilmente il concetto che l'animale, man mano che cresce, costruisce dietro di sè un setto, formando una nuova camera di dimensioni maggiori della precedente (per una maggior comprensione vedi quest'immagine ).
Si capisce di conseguenza che l'animale ha abitato una dopo l'altra tutte queste camerette. Ma, cosa ancor più importante, osservando questo tipo di conchiglia si capisce come essa permetta il galleggiamento del Nautilus.
L'animale possiede inoltre due paia di branchie poste tra il mantello e i visceri e questa cavità è posta in comunicazione con l'ipomio, attraverso il quale l'acqua viene espulsa a getto permettendo al Nautilus di muoversi nell'ambiente acquatico contrariarmente a tutte le altre conchiglie che, costrette dal loro peso, conducono una vita bentonica a stretto contatto con il fondale. top

Negra --> Lo Scymnorhincus licha è uno squaliforme appartenente alla famiglia Dalatiidae, che raggiunge la lunghezza massima di circa 180 cm., frequente sia nel Mar Mediterraneo che nell'Oceano Atalntico orientale.
Il corpo è slanciato, rivestito da squame grosse e ruvide. La dentatura è poderosa, costituita da denti molto larghi e finemente seghettati sulla mandibola e stretti e lisci sulla mascella superiore.
Gli occhi sono grandi, il muso è tondeggiante. La colorazione del corpo è quasi uniformemente nerastra, con sfumature brune o viola, su cui spiccano gli occhi verdastri.
Questi squali vivono in acque più o meno profonde, spingendosi anche oltre i 1000 metri, si nutrono di altri pesci.top

Nematocisti --> Le nematocisti sono organi urticanti racchiusi in alcune cellule ectodermiche dei Celenterati , dette cnidocisti, che servono all'animale per difesa e per paralizzare le prede.
Le nematocisti sono costituite da una capsula e da un filamento urticante che, allo stato di riposo, è avvolto a spirale entro la la capsula. Il filamento presenta all'estremità un piccolo orifizio che scarica la sostanza tossica contenuta nella capsula sull'aggressore o sulla preda.
L'estroflessione del filamento invaginato a spirale come una molla all'interno della capsula è causata dal contatto di un corpo estraneo con il cnidociglio del cnidociste. L'azione urticante di alcuni celenterati (medusa, anemoni, fisalie, ecc.) può provocare nell'uomo lesioni a livello epidermico o diturbi generali.
Per una maggior comprensione vedi questo disegno top

Nematodi --> I Nematodi sono invertebrati vermiformi appartenenti, insieme agli Acantocefali  ed hai Nematomorfi, al phylum dei Nematelminti.
I Nematodi formano un vasto gruppo di vermi, generalmente filiformi, poco colorati o trasparenti, che ha colonizzato i più vasti ambienti di terra, d'acqua dolce e di mare. Molto resistenti alle condizioni ambientali avverse, alcune specie dopo lunghi periodi di totale essiccamento, con il ritorno delle condizioni normali di umidità, riprendono il loro ciclo vitale normale.
Vi sono specie a vita libera ed altre che parassitano altri animali, tra cui anche l'uomo. I Nematomorfi sono anch'essi vermi filiformi e passano la prima parte del loro ciclo vitale parassitando gli Artropodi, per poi vivere liberamente nell'ambiente aquatico; le specie marine conosciute sono pelagiche e provviste di seri di setole lungo il corpo (Nectotema sp.).top

Nemertini --> In questo phylum si annoverano vermi privi di segmentazione, dotati di una proboscide evaginabile, normalmente contenuta in una cavità al di sopra dell'apparato digerente.
Il corpo dei Nememrtini è rivestito di ciglia. Gran partre delle specie vive in mare, allo stato pelagico, nella sabbia o nel fango oppure tra le alghe. Alcuni Nemertini possono raggiungere lunghezze considerevoli:
Lineus longissimus dei Mari del Nord, può superare i 30 metri. Nel Mediterraneo è comune il Cerebratulus marginatustop

Nudibranchi --> L'ordine dei Nudibranchi (classe Gasteropodi, phylum Molluschi ) comprende specie marine di ridotte dimensioni dall'aspetto di lumaconi. Negli adulti sono assenti la conchilglia e gli ctenidi (branchie), normalmente possiedono tentacoli con funzione olfattiva, denominati rinofori. Per la respirazione, mancando gli ctenidi, hanno sviluppato sul dorso delle papille respiratorie di varia forma, spesso a foglioline o filamentose. Salvo eccezzioni, questi animali vivono a contatto del fondo ricco di vegetazione, a basse e medie profondità. Predano organismi planctonici, pesci, molluschi, echinodermi, poriferi ed anche polipi (Cnidari) e di questi ultimi trattengono le sostanze urticanti nell'intestino per poi usarle per un'eventuale scopo difensivo.top


© 2013 I Segreti del Mare @ webmaster