L'ambiente marino

L'ambiente marino

Le varie suddivisioni degli ambienti marini, il sistema fitale ed afitale, i vari piani dei sistemi, dall' adlitorale al circalitorale vai >>

Composizione dell'acqua di mare e caratteristiche

Composizione acqua di mare

La composizione dell'acqua marina, le percentuali dei sali disciolti, la salinitàvai>>

Caratteristiche

Le caratteristiche fisico-chimiche dell'acqua marina, il termoclino, la viscosità, etc. vai>>

La luce nel mare

La luce nel mare

L'assorbimento della luce nel mare, lo spettro, l'influenza sulla vita, le suddivisioni in zone eufotica oligofotica afotica vai>>

La barriera corallina

La barriera corallina

Descrizioni delle barriere coralline, le origini e la formazione, le madrepore, la simbiosi con le alghe simbionti, le zooxantelle vai>>

Il plancton

Il plancton

Il fitoplancton, lo zooplancton, suddivisione del plancton, le diatomee, gli adattamenti alla vita planctonica, etc.
vai>>

caulerpa

Le alghe

Le alghe

Descrizione delle alghe, caratteristiche ambientali, importanza della luce, ambienti secondari vai>>

Le zooxantelle

Le alghe simbionti dei coralli: le zooxantelle

Le alghe simbionti vivono sopratutto con protozoi, spugne, celenterati: la distribuzione... continua>>

Categorie

Categorie delle alghe

Suddivisione delle alghe in relazione all'ambiente bentonico di appartenenza
vai>>

amphiprion

Dizionario

 Dizionario

Un' elenco di termini ordinati alfabeticamente per conoscere meglio il significato di alcune parole o semplicemente il nome comune di un pesce, una conchiglia, etc.

vai>>

galeone

Storia

I grandi personaggi che hanno fatto la storia dei Mari, da Colombo a Vespucci, Caboto, Diaz, ecc.


vai>>

Cerca un termine





elettrorecezione
I pesci|Origini|Biodiversità|Forma del corpo|Le branchie|La visione|L'olfatto e il gusto|
Il sistema acustico-laterale|L'elettrorecezione nei selaci|
L' elettrorecezione nei selaci

 a sensibilità a campi elettrici deboli è considerato nei pesci un carattere primitivo che ha caratterizzato gruppi estinti, come i primi Agnati, gli Acantodi e i Condrostei e che persiste nei Selaci, nei Dipnoi, nelle Lamprede, nella Latimeria e in poche specie di Teleostei.
Sono stati descritti due tipi diversi di elettrorecettori, a forma di ampolla (ampolle di Lorenzini) e tubulari.
Le prime sono costituite da un ampolla epidermica che contiene un epitelio sensoriale connesso con la superficie del corpo da un canale ripieno di un mucopolisaccaride gelatinoso che è un buon conduttore elettrico. Le ampolle di Lorenzini costituiscono un estensione del sistema della linea laterale e come quest'ultimo si basano sullo stesso tipo di cellule sensoriali (hair cells).
Queste ultime non sono però sensibili alle vibrazioni ma a deboli campi elettrici e rispondono a inversioni locali della polarità elettrica. Una polarità negativa all'interno del lume dell'ampolla causa un cambiamento elettrico delle cellule sensoriali e il rilascio da parte di queste ultime di un neurotrasmettitore che stimola la trasmissione nervosa verso il cervello dove il segnale viene interpretato.
La sensibilità delle ampolle ai campi elettrici è sorprendente se si considera che alcuni squali, come Sphyrna tiburo, sono sensibili a frequenze comprese tra 0.5 e 8 Hertz che corrispondono a un campo elettrico di 5 nanovolts per cmq.
L'elettrorecezione può assolvere diverse funzioni nei selaci. Questo senso è sicuramente importante per l'identificazione delle prede come dimostrato in esperimenti effettuati in acquario, ad esempio sul gattuccio (Scyliorhinus canicula), il quale ha evidenziato la capacità di identificare elettrodi nascosti sotto la sabbia. Tutti gli animali producono, infatti, campi elettrici, la cui intensità e caratteristiche variano da specie a specie, e questa proprietà viene sfruttata da squali e razze per localizzare le proprie prede.
Un'altra funzione importante dell'elettrorecezione è legata all'orientamento e agli spostamenti. Studi di campo su Sphyrna lewini nel mar di Cortez hanno evidenziato la capacità di questi squali di seguire "piste elettromagnetiche" lungo il fondo marino per spostarsi tra siti di alimentazione e siti di socializzazione.

Disposizione sulla testa di un squalo delle Ampolle di Lorenzini. I cerchi vuoti rappresentano la posizione dei pori superficiali e i trattini scuri la posizione delle cellule sensoriali.
Da Pough et al. Biologia Evolutiva e Comparata dei Vertebrati, Casa editrice Ambrosiana, Milano.

torna su

© 2013 I Segreti del Mare @ webmaster